Vascoeliga
Lo dico da tempo.. ma non ho mai trovato il momento giusto per scriverlo.. adesso ho 5 minuti. Adoro vasco e quindi sono di parte ma da tempo cerco di spiegare i fenomeni della musica indicando che il riciclo degli eventi è estremamente usato in quel mondo. Dalle varie imitazioni dei Beatles (Duran Durant, Take-that, qualcuno con successo altri meno) passando per Jovanotti (DJ Francesco Facchinetti.. guarda caso lo stesso produttore) fino ad arrivare a due mostri sacri della musica italiana moderna. Appunto Vasco e Ligabue. Vi propongo quindi un parallelismo tra due testi e lascio a voi ogni giudizio...

Vascoeliga

Lo dico da tempo.. ma non ho mai trovato il momento giusto per scriverlo.. adesso ho 5 minuti.
Adoro vasco e quindi sono di parte ma da tempo cerco di spiegare i fenomeni della musica indicando che il riciclo degli eventi è estremamente usato in quel mondo.
Dalle varie imitazioni dei Beatles (Duran Durant, Take-that, qualcuno con successo altri meno) passando per Jovanotti (DJ Francesco Facchinetti.. guarda caso lo stesso produttore) fino ad arrivare a due mostri sacri della musica italiana moderna.
Appunto Vasco e Ligabue.

Vi propongo quindi un parallelismo tra due testi e lascio a voi ogni giudizio…

UNA CANZONE PER TE(Vasco – 1983)

Una canzone per te

non te l’aspettavi eh!

invece eccola qua

come mi è venuta e chi lo sa

 

le mie canzoni nascono da sole

vengono fuori già con le parole

 

Una canzone per te

e non ci credi eh!

sorridi e abbassi gli occhi

un istante e dici “non credo di essere

così importante”

ma dici una bugia e infatti scappi via

 

Una canzone per te

come non è vero sei te!

ma tu non ti ci riconosci neanche

lei è troppo chiara

e tu sei già troppo grande

e io continuo a parlare di te

ma chissà pure perché

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ma le canzoni

son come i fiori

nascon da sole

e sono come i sogni

e a noi non resta

che scriverle in fretta

 

perché poi svaniscono

e non si ricordano più

VIVA(Ligabue – 1995)

 

Questa qua è per te

e anche se non è un granche’

 

 

ti volevo solo dire

che era qui in fondo a me.

 

E’ per te che lo sai

di chi sto parlando dai

e ti piacera’ un minuto

e poi te ne scorderai

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Perché sei viva viva

cosi’ come sei

quanta vita mi hai passato

e non la chiedi indietro mai

E sei viva viva

per quella che sei

sempre pronta, sempre ingorda

sempre e solo come vuoi

 

Questa qua è per te

che non ti puoi spegnere

non hai avuto tempo

devi troppo vivere

 

E’ per te questa qua

per la tua golosità

ti strofini contro il mondo

tanto il mondo non ti avrà

 

Perché sei viva viva

cosi’ come sei

quanta vita hai contagiato

quanta vita brucerai

Che sei viva viva

per quella che sei

niente rate, niente sconti

solo viva come vuoi

 

Questa qua è per te

e non è niente facile

dire quello che non riesco

mentre tu vuoi ridere

 

Perché sei viva viva

così come sei

quanta vita mi hai passato

e non la chiedi indietro mai

perché sei viva viva

per quella che sei

sempre pronta, sempre ingorda

sempre e solo come vuoi

 

Questa qua è per te

che sai sempre scegliere

 

 

 

 

e io invece non ho scelta

te la devo scrivere.

 

e su questo tema riporto uno dei pochi commenti che ho trovato in rete

 

Uguali ma diversi. Personaggio tutto genio e sregolatezza Vasco Rossi, ragazzo per bene di gran talento Luciano Ligabue. La regione è la stessa, ma di Zocca uno e di Correggio l’altro. Eppure la ragazza che “con la faccia pulita cammina per strada mangiando una mela” di Albachiara potrebbe benissimo essere laPiccola stella senza cielo che la “tiene su soltanto un filo” cantata in modo del tutto diverso: con parole dirette e struggenti per Vasco e astratte e poetiche per Liga. Quel “Siamo solo noi che andiamo a letto la mattina presto e ci svegliamo con il mal di testa” vaschiano non è poi cosi diverso dal “si è bevuto, ballato, qualcuno ha scopato e il più scemo le ha prese ha una faccia cosi” del primo Ligabue.

 

😉